|  |  |  |  |  | 

 
Chi siamo Attività Liturgia Pubblicazioni Notizie Area Riservata



Il Portale F.A.C.I.

Rivista L'Amico del Clero
SERVIRE L’UOMO: i volti della Misericordia nella Chiesa del Lazio

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

Soprintendenza archivistica e bibliografica del Lazio

 

UFFICIO NAZIONALE PER I BENI CULTURALI ECCLESIASTICI

Consulta regionale del Lazio per i Beni culturali ecclesiastici

 

SERVIRE L’UOMO

Il volti della Misericordia nella Chiesa del Lazio

 

Mostra storico-documentaria

 

 

apertura mostra: 7 – 28 ottobre 2016

orari: lunedì-venerdì ore 10.00 – 17.00 (ingresso libero)

 


Archivio di Stato di Roma, Palazzo della Sapienza, Biblioteca Alessandrina

Corso del Rinascimento, 40 ROMA

 

Con il patrocinio di: Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione e Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici

 

LA MOSTRA

I documenti qui esposti, che abbracciano un arco cronologico che va dalla metà del XVI secolo agli anni Trenta del XX, intendono esemplificare le diverse forme che ha assunto nel corso del tempo l’opera di misericordia. 

I documenti provengono da alcuni archivi delle diocesi e degli ordini religiosi del Lazio e attestano le opere di misericordia corporale e spirituale poste in essere da laici ed ecclesiastici con lo scopo di dare attuazione concreta ai precetti evangelici.

I documenti, appartenenti a numerosi fondi archivistici (Sinodi diocesani, Visite pastorali, Compagnie e confraternite, Statuti e regolamenti, ecc.), dimostrano come l’azione caritatevole abbia ben presto assunto una forma strutturata e “corale”, dando vita a organizzazioni e associazioni capaci di incidere fortemente sul tessuto sociale.

Nascono così, sotto la spinta della Chiesa e delle autorità laiche, confraternite, compagnie o congregazioni che si dotano di statuti e regolamenti che disciplinano, oltre all’organizzazione interna, le modalità di una capillare opera assistenziale che copre ambiti assai vasti: dalla cura degli infermi alla sepoltura dei morti, dal sostentamento dei poveri all’accoglienza dei pellegrini, dall'insegnamento della dottrina cristiana al sostegno agli agonizzanti e ai carcerati.